Recensione di Giovanni Pacchiano su Il Sole 24 Ore

Posted on 21 febbraio 2011

1


“Arruffato, scanzonato, beffardo. Irrisolto, come il fiume della vita. Ecco ciò che pensiamo del curioso e gradevole romanzo d’esordio di Gianluca Antoni, Cassonetti.” Esordisce così la recensione di Giovanni Pacchiano pubblicata ieri nell’inserto domenicale de Il Sole 24 Ore.

Mi ci ha chiamato il mio editore, Marco Monina, per dirmelo. Di domenica mattina e, per chi conosce Marco, solo questo è un evento. “È uscita una bella recensione di Cassonetti su Il Sole 24 Ore di oggi!” – mi scrive poi in un sms, perchè io, quando posso, la domenica mattina dormo e il cellulare lo tengo spento – “Hai visto? Non bisogna demordere!”, conclude.

Così preso dalla frenesia sono corso in edicola e ne ho acquistate tre copie, del giornale: una per leggerla (e stropicciarla), una per regalarla e l’ultima per archiviarla.
Ho da sempre avuto un timore reverenziale per l’inserto domenicale de Il Sole 24 Ore. La cultura passa di lì, in quegli articoli, pensavo. Mai avrei immaginato che potesse uscire un articolo sul mio romanzo. E invece. Guarda un po’ come gira il mondo!

Caro Marco, non demordo, di certo non ora. Ho atteso tanto per pubblicare Cassonetti, con grandi frustrazioni e attimi di scoraggiamento. Il pensiero di demordere mi ha sfiorato a volte, devo ammetterlo. Ma adesso più che mai sono convinto che ne è valsa la pena. E ogni commento e recensione è un pillola di incoraggiamento a scrivere, e migliorarmi.
Tra l’altro, Cassonetti è già alla prima ristampa, non male per un romanzo di uno scrittore esordiente sconosciuto.

Insomma… avanti tutta e Ottimisti a ragione! come recita, e non a caso, il titolo dell’inserto domenicale de Il Sole 24 Ore di ieri!

Per chi volesse leggere la recensione di Giovanni Pacchiano eccola qui: Ironia da studenti per sfidare l’esistenza

Posted in: Leggere, Libri, Narrativa