VerbaVolant – Il salotto degli esordienti

Posted on 19 gennaio 2011

1


Bassa padana, notte, fitta nebbia. L’unica cosa che speri è di non trovarti in panne con la tua auto, che da questa nebbia potrebbe uscire di tutto, anche gli zombie del video Thriller di Micheal Jackson. Ai quaranta all’ora affronti la coltre bianca, muro fitto di umidità, finchè il navigatore recita che la destinazione è raggiunta: Medicina, circolo M.C.I. Villa Maria. Sollevato scendi dall’auto, e lì ad aspettarti c’è Mauro Cavina, l’organizzatore della rassegna e autore del romanzo Hexagon (Kimerik Edizioni). E dal freddo al caldo basta un attimo. L’attimo di entrare nel circolo, stringere la mano di Alessandro Benussi, e sentirti accolto come uno di casa. Perchè Mauro e Alessandro, ti fanno sentire così, uno di casa. La saletta per l’incontro è transennata da una catena in plastica bianca e rossa. I tavolini e le sedie sono ancora liberi. Di fronte il bancone del bar, a fianco un angolo con la televisione, accesa sulla partita del Bologna che stasera c’è la coppa Italia, di là una stanza con il biliardo. È il circolo del paese, affollato ogni sera, pure in un martedì invernale immerso nella fitta nebbia. Mauro mi dice che non verrà tanta gente, che insomma è un’iniziativa che ancora deve prendere piede, eppoi c’è questo tempo che non aiuta. Dico va bene, non importa, pochi ma buoni, sono comunque contento di essere qui. Poi piano piano quei pochi ma buoni arrivano e prendono posto ai tavolini. Mauro presenta e domanda. Io rispondo e leggo. Qualcuno distoglie l’attenzione dalla partita, qualcuno dal biliardo, per ascoltare. Un’ora e un quarto che vola via, tra domande, discussioni e applausi. Poi i commeni e le dediche. Infine due forti strette di mano, con Alessandro e Mauro, quasi fossimo amici di lunga data. Riprendere l’auto e riaffrontare la nebbia non è più come all’andata. Se rimani in panne, ora, sai su chi contare.
Grazie Mauro e Alessandro, e grazie a tutti quelli che hanno partecipato. È stata davvero una bellissima serata. Continuate così!

Posted in: Libri, Narrativa